Link to the University of Pittsburgh
Link to the University Library SystemContact us link
AEI Banner

La Riforma dell'art. 117 della Costituzione italiana dal punto di vista del diritto del lavoro: aspetti di diritto comparato = The reform of Article 117 of the Italian Constitution from the point of view of Labour Law: Aspects of Compared Law. WP C.S.D.L.E. "Massimo D'Antona" N. 6/2002

Runggaldier, Ulrich (2002) La Riforma dell'art. 117 della Costituzione italiana dal punto di vista del diritto del lavoro: aspetti di diritto comparato = The reform of Article 117 of the Italian Constitution from the point of view of Labour Law: Aspects of Compared Law. WP C.S.D.L.E. "Massimo D'Antona" N. 6/2002. [Working Paper]

[img]
Preview
PDF
Download (239Kb) | Preview

    Abstract

    [From the Introduction]. Attraverso la legge costituzionale del 18 ottobre 2001 n. 3 (G.U. n. 248 del 24 ottobre 2001) il Parlamento italiano ha attribuito alle regioni ulteriori competenze legislative ed amministrative e pertanto posto le basi per una svolta verso uno stato federale. In particolare il principio della competenza generale dello stato centrale con una enumerazione tassativa delle competenze attribuite agli enti territoriali, principio tradizionalmente tipico di uno stato unitario, é stato sostituito con il principio, tipico degli stati federali, della competenza generale delle regioni, salvo quelle materie per cui la competenza legislativa venga espressamente riservata allo Stato (cfr. la nuova versione dell'art. 117 della Costituzione italiana). Nel dettaglio, la citata legge costituzionale n. 3 prevede una serie di materie che sono riservate alla competenza legislativa esclusiva dello Stato, e altre materie per le quali si prevede una competenza legislativa concorrente delle regioni (art. 117 della Costituzione italiana nella versione vigente). L' esercizio della competenza legislativa concorrente da parte delle regioni secondo la legge costituzionale non é solo limitato dal rispetto delle disposizioni costituzionali e dei principi generali della Comunità europea; il suo esercizio deve inoltre avvenire nel rispetto dei principi fondamentali che stabiliscono leggi nazionali nelle rispettive materie. Contenuto e portata dei principi fondamentali non sono precisati nella legge costituzionale. Sarà pertanto compito della Corte costituzionale e della dottrina quello di concretizzare questi limiti in sede interpretativa. É ancora poco chiaro in quale direzione si volga l'opera interpretativa della giurisprudenza e della dottrina. Nella prospettiva della Provincia di Bolzano va preso in considerazione anche l' art. 10 della legge costituzionale n. 3. Secondo questa norma le disposizioni della legge costituzionale vanno applicate alle regioni con statuto speciale e alle province autonome di Trento e Bolzano solo in quanto prevedano competenze ulteriori per questi enti territoriali rispetto a quelle che sono giá loro attribuite. Questo vale peró solo fino a che gli Statuti dei citati enti territoriali non vengano all'uopo modificati.

    Export/Citation:EndNote | BibTeX | Dublin Core | ASCII (Chicago style) | HTML Citation | OpenURL
    Social Networking:
    Item Type: Working Paper
    Subjects for non-EU documents: EU policies and themes > Policies & related activities > employment/labour market > labour/labor
    Countries > Italy
    EU policies and themes > Policies & related activities > law & legal affairs-general (includes international law)
    Subjects for EU documents: UNSPECIFIED
    EU Series: UNSPECIFIED
    ["eprint_fieldname_eusries" not defined]: UNSPECIFIED
    EU Annual Reports: UNSPECIFIED
    Series: Series > University of Catania > Department of Law, C.S.D.L.E. "Massimo D'Antona" Working Papers .INT
    Depositing User: Phil Wilkin
    Official EU Document: No
    Language: Italian
    Date Deposited: 14 Jul 2003
    Page Range: p. 13
    Last Modified: 15 Feb 2011 17:15
    URI: http://aei.pitt.edu/id/eprint/615

    Actions (login required)

    View Item

    Document Downloads